Il rifiuto nell’era Bassetta

compostiera-da-giardino-in-plastica-verde-80x80x84-cm-370-lt-l-658009-1970037_1

Si fa sempre più insistente la voce, tra i cittadini, che la ditta De Vizia, nei prossimi giorni, non ritirerà più l’umido nelle campagne di Anagni (Zona 3).

Il dubbio che assale molti cittadini è il seguente: se conferiamo meno rifiuti dovremmo pagare di meno la tassa sull’immondizia?

Nei comuni virtuosi, non solo di colore a 5 stelle, si applica una vera e propria riduzione della tassa, che va dal 20% di Trieste (oltre 2000 domande di compostaggio ricevute), al 10% di Bologna e al 30% di Roma.

Abbassare la tassa sui rifiuti è sicuramente un incentivo per i cittadini a praticare il compostaggio domestico.

Addirittura molti comuni applicano un ulteriore sconto ai cittadini che conferiscono nell’isola ecologica in modo spontaneo.

A proposito, ma quanti anni ci vogliono per creare delle isole ecologiche ad Anagni in modo che i cittadini possano utilizzarle?

Secondo i dati diffusi da Legambiente una famiglia media che realizza un sistema di compostaggio domestico potrà risparmiare anche 60 euro all’anno sulla tassa sui rifiuti, un single che vive in una casa di circa 50 mq può ottenere un risparmio di circa 21 euro e una coppia invece che vive in un appartamento di 60 mq potrà risparmiare anche fino a 38,13 euro.

Se l’amministrazione tiene davvero all’ambiente e all’alleggerimento delle tasse sulle spalle dei cittadini, può agire autonomamente chiedendo al cittadini una auto dichiarazione sul compost domestico e applicare comunque uno sconto sulla tassa rifiuti indipendentemente dal contratto di servizio in essere con la De Vizia.

Constatato il fatto che il contratto prevede proprio l’utilizzo di una compostiera e il non ritiro dell’umido, ci domandiamo giustamente, cosa intende fare il comune a tal proposito?

Meetup Anagni 5 Stelle