Noio volevan savuar: per andare dove dobbiamo andare…

Noio volevan savuar: per andare dove dobbiamo andare, dove dobbiamo andare?

Frase celebre da uno dei film di Totò che ben si specchia con l’attuale amministrazione Bassetta.

Non riusciamo a capire, leggendo le varie delibere che si susseguono, quale sia la visione della città da parte del primo cittadino e dove voglia andare a parare, anzi, dove voglia andare a parare lo immaginiamo. Tanto i 7700 voti gli hanno dato il potere di vita e di morte sul futuro di Anagni.

Nessuna idea del futuro, si tira a campare seguendo i “mi piace” sui social network.

Possiamo permetterci una cosa del genere? No! Né per noi e né, soprattutto, per i nostri figli.

Perché creare un parcheggio al Parco della Rimembranza?

Perché deturpare ulteriormente un luogo che, se curato un minimo, potrebbe essere vissuto da tutti cittadini?

Inoltre favorire l’uso dell’auto privata aumenta l’inquinamento.

Per i privati? Quali privati??? Il centro storico è diventato terra di nessuno. Solo sporcizia e desolazione. Perché le persone dovrebbero andare a parcheggiare li? Non c’è un teatro, non c’è un cinema, non ci sono eventi culturali o altro, se non in maniera sporadica, che attirano i turisti.

Il deserto dei Tartari il lunedì mattina è un luogo più affollato del centro storico di Anagni il sabato sera.

Però facciamolo sto parcheggio! Un po’ di cemento non guasta mai, soprattutto se serve a far lavorare qualche amichetto!!

Non ci vuole un genio per capire che la nostra è una città medievale, ricca di storia. È così difficile concepire Anagni in maniera diversa?

Noi abbiamo cominciato a pensare al futuro, a cosa potrà diventare Anagni tra 10-15-20 anni, grazie al contributo di cittadini attivi e esperti dei vari settori.

Invitiamo tutti a contribuire.

Ricordate che con questa amministrazione il futuro è già morto!!

Anagni riparte…  a marcia indietro!!!!!!!

meetup Anagni 5 Stelle

#bassettadimettiti