Parcheggio con l'App e pago il giusto!

Comunicato 53/2019: Parcheggio con l’App e pago il giusto!

Parcheggio con l'App e pago il giusto!

Parcheggiare ad Anagni è piuttosto complicato perché tutti noi conosciamo la carenza patologica di tali spazi nella nostra città.

La sosta nelle aree blu poi, viene vista un po’ da tutti come un autentico ostacolo da superare.

Vi spieghiamo perché.

Immaginiamo come possa essere frustrante per un cittadino, non più giovanissimo, alle prese con i moderni parcometri installati nella nostra città.

Per munirsi del ticket per la sosta il poveretto non può più semplicemente inserire le monete e digitare il tasto di avvenuto pagamento come faceva anni fa; oggi tutto questo è stato sostituito da una complessa ed articolata procedura con la quale è obbligato a inserire il proprio numero di targa.

Parlando con alcuni di questi parcheggiatori abbiamo raccolto diverse lamentele e suggerimenti in merito: alcuni ci hanno suggerito di scrivere il numero di targa su di un foglietto per non dimenticarlo durante l’operazione, altri, i più avvezzi alla tecnologia, di fotografarlo direttamente col proprio smartphone.

Inutile dire che tutto questo causa, a volte, code anche lunghe per pagare il parcheggio. Oltretutto abbiamo notato che il “comportamento” dei parcometri non è sempre lo stesso, e i messaggi sul display cambiano a seconda se si prova ad inserire contanti oppure se si pigia il bottone sbagliato.

Mandare i cittadini a scuola di parcometro ci sembra assurdo!

Ravvisiamo che questo sistema non sia agevole nemmeno per i giovani che potrebbero godere delle peculiarità delle moderne App, evitando così di trasformare il parcheggio in momenti di stress quotidiano.

Ammettiamolo, l’attuale setup non gioca a favore del cittadino, tuttalpiù a favore delle tasche della Società che gestisce i parcheggi.

Facciamo un esempio tipico: debbo recarmi dal medico, presuppongo una fila da fare ma non posso sapere quanto tempo dovrò aspettare.

Quindi che fare?

L’unica possibilità che ho è tentare la sorte; inserisco magari 1 euro sperando di averne spiccioli altrimenti mi toccherà chiedere ai vari esercenti di cambiare le monete, nella speranza che nel frattempo l’ausiliare del traffico non abbia già provveduto a parcheggiarmi una bella multa sul cruscotto.

Soldi in mano, cerco di districarmi attraverso questi marchingegni infernali e procedo alla stampa del biglietto. Entro dal medico, ma trascorsi 50 minuti ed una persona ancora avanti torna lo stesso dilemma;

che faccio?

Scendo, vado a mettere altri soldi oppure rischio e magari l’ausiliare mi multa?!?

Ecco, abbiamo reso l’idea?

Anno 2019, le automobili guidano da sole, l’intelligenza artificiale sta prendendo piede e noi ancora lottiamo coi parcometri.

Come sarebbe bello invece, per esempio, attivare la nostra comoda App sul telefonino e girare il disco a seconda di quanto tempo desideriamo sostare oppure semplicemente estendere la sosta in base alle reali esigenze.

Perché non fare questo salto di qualità?

Sarebbe, tra l’altro, un servizio in più da inserire nelle brochures turistiche, il che non guasta.

Il cambiamento è anche questo non vi pare?

Noi cittadini del Meetup Anagni 5 Stelle, il giorno 25/03/2019 abbiamo protocollato una richiesta([email protected]) affinché l’amministrazione guidata dal Sindaco Daniele Natalia possa chiedere alla Società che gestisce i parcheggi nel nostro territorio di adottare nuove metodologie di fruizione delle aree di sosta attraverso App e ausili digitali, favorendo così il pagamento del reale consumo.

Contestualmente abbiamo richiesto il ripristino dei parcometri semplificati con possibilità esclusiva di pagamento attraverso il semplice inserimento di monete e conseguente pressione del pulsante per l’emissione biglietto.

Siamo pienamente convinti che il cittadino alla fine se lo meriti.

Meetup Anagni 5 Stelle.

 

La nostra proposta al Comune di Anagni

Condividi