Tanti saluti alla salute

Tanti saluti alla Salute

Virgilio ha scritto “la più grande ricchezza è la salute”, in effetti, per come stanno andando le cose, nel nostro territorio, l’unica cosa da fare è non ammalarsi. L’immagine, trovata in rete, anche se un fotomontaggio, parla chiaro.

Chi sono i responsabili di questa situazione? Raccontano sempre che la colpa è della Polverini, della precedente amministrazione, di Napoleone, di Carlo Magno e di Cesare.

Caro cittadino disorientato, anagnino o del comprensorio sia tu un fruitore o un addetto della sanità, ci rivogliamo a te, volendo essere quanto più chiari possibile e onesti dicendoti che inesorabilmente il ridimensionamento del nostro, ormai, ex ospedale, avvenuto negli ultimi mesi, porterà alla sua completa chiusura. Tutto è già scritto nel Decreto 412/14 (qui), no, non ci siamo sbagliati, avete letto bene 412/14 e non Decreto 80/10. In questo nuovo decreto “Riorganizzazione della rete ospedaliera a salvaguardia degli obiettivi strategici di rientro dai disavanzi della Regione Lazio” ad Anagni non spetta neppure una casa della salute. Anzi, Anagni NON è citata per nulla. E diamo un nome a chi ha voluto la chiusura definitiva del nostro nosocomio: Zingaretti e il PD. Potevano cambiare tutto e invece se ne sono fregati. La Sanità nella nostra regione è commissariata e che significa? Che il commissario ha il potere di fare e disfare a suo piacimento, come un padre/padrone. Ha il potere di impedire questa catastrofe ma non lo ha fatto, non lo fa e non lo farà. Comunque lui vive a Roma e a noi, in provincia, chi l’ha raccontata diversa?

Che si può fare nell’immediato? Mandarli a casa, cominciando con il nostro di Sindaco reo di aver appoggiato un tale sfacelo firmando l’atto aziendale, di non aver difeso i pochi servizi che erano ancora rimasti e di aver promesso Marte. Invece di lamentarsi con i cittadini doveva battere i pugni in Provincia, in Regione e soprattutto alla Leopolda davanti ai suoi sodali del PD.

I nomi ora li sapete, i link per avere tutte le informazioni li avete.

E noi? Di solito ci definiscono rompicoglioni per liquidarci. I nostri portavoce ci hanno provato con tutte le forze a bloccare queste nefandezze ma, la regione è commissariata e la commissione sanità non ha voce in capitolo. Abbiamo, quindi scelto una nuova strada, realizzando il libro bianco sulla sanità del Lazio, evidenziando sprechi mai tagliati, favori che aumentano le spese a scapito dei servizi, proponendo soluzioni che mettano al centro i bisogni dei cittadini non dei politici. Libro bianco che può essere migliorato con il contributo di tutti. Un’idea diversa di sanità.

Abbiamo deciso di partecipare alla manifestazione del 14 maggio pv organizzata da COESA perché la sanità non ha colore, razza o religione. Oggi chi si interessa di sanità si divide in due categorie: chi la vuole PUBBLICA, con i fabbisogni dei cittadini al centro, e chi difende le LOBBY o INTERESSI PRIVATI a scapito della comunità.

Scegliete se: rimanere fermi e subire ripetendovi “tanto è sempre stato così” oppure, oppure far muovere il mondo.

A riveder le Stelle

Meetup Anagni 5 Stelle