scuole

Segneri (M5S): Segnalata la maca all’autorià nazionale anticorruzione!

SEGNERI (M5S) “APPALTO PULIZIE DELLE SCUOLE, HO RITENUTO OPPORTUNO SEGNALARE LA MACA ALL’AUTORITA’ NAZIONALE ANTICORRUZIONE”

A seguito del tavolo al MIUR di ieri nel quale ho partecipato, sono stati fatti dei piccoli passi in avanti.

La presenza della Dirigenza dell’Ufficio scolastico regionale e delle rispettive province di Frosinone e Latina, ha permesso di avere un confronto sulle misure urgenti da prendere nei confronti dei Dirigenti che non vogliono procedere ai pagamenti in surroga e che addirittura ancora procedono con i pagamenti delle fatture alla cooperativa Maca, a cui Consip ha revocato l’appalto già da dicembre scorso.

Inoltre è stato preso l’impegno di avviare le procedure di pagamento in surroga, anche per i mesi che vanno da gennaio a maggio 2018. Dunque, sì, qualche passo avanti è stato fatto, ma siamo ancora ben lontani dal ripristino di una situazione che possa definirsi normale.

E ho ritenuto opportuno segnalare dei comportamenti di particolare gravità da parte della cooperativa Maca, che nonostante la risoluzione della convenzione sta continuando ad operare sull’appalto, all’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione).” – Lo dichiara la parlamentare 5 Stelle Enrica Segneri, presente al tavolo presso il MIUR e continua – “Ci sono diversi appuntamenti importanti nei prossimi giorni che interverranno sull’andamento della vicenda, a cominciare dal pronunciamento del Presidente Vinciguerra del Tar di Latina, sul ricorso impugnato da Maca nei confronti dei provvedimenti del MIUR, giovedì 24 maggio dovrebbe esserci la sentenza.

Poi è prevista la conferenza dei servizi convocata dal MIUR con i dirigenti scolastici della provincia di Latina lunedì prossimo, con l’intento di velocizzare la situazione dei pagamenti in surroga del periodo luglio – dicembre 2017, per i quali risulta essere ancora molto indietro con i tempi, mentre in provincia di Frosinone abbiamo ancora 6 dirigenti che non avrebbero adempiuto ai pagamenti su un totale di 59. E, per concludere, l’appuntamento di martedì prossimo sempre presso il MIUR, dove si farà il punto della situazione con la presenza al tavolo anche del Ministero del Lavoro

Condividi